martedì, agosto 21, 2007

Scegliere il server di gioco

Guida per newbie - post n.2

(aggiornato il 27/12/2008)

Diciamo che avete installato il gioco, scaricato gli aggiornamenti, attivato il vostro account.
La prima cosa che dovete fare è scegliere un reame (o server che dir si voglia) in cui giocare.
I server sono mondi separati, quindi se avete amici con cui volete giocare, assicuratevi di scegliere lo stesso server, altrimenti non potrete giocare assieme.
Per il resto nulla vi vieta di andare totalmente a caso, magari scegliendo un server con un nome accattivante.
Ma forse ci sono due o tre cosette che volete sapere prima di iniziare.

Tipi di server

Su world of warcraft esistono fondamentalmente due tipi di server: pvp (che sta per player versus player, cioè giocatori contro giocatori) e normal.
Scegliere bene quale tipo di server si adatta meglio al vostro stile di gioco e alle vostre aspettative è molto importante.

Il vostro personaggio infatti apparterrà a una delle due fazioni contrapposte che popolano il mondo: orda e alleanza.
Nella primissima fase del gioco, sarete all'interno di aree protette dalla vostra fazione. Dal livello 20 (circa) in poi però, il vostro personaggio per crescere dovrà spostarsi nei territori contesi, ed è qui che la differenza tra i due server si fa sentire.

Se siete in un server pvp, all'interno dei territori contesi, potrete sempre attaccare ed essere attaccati da giocatori della fazione opposta.

Se siete in un server normal, è possibile ingaggiare combattimenti tra giocatori, solo se questi danno il loro consenso (attivando cioè la flag pvp).

In un server normal mentre siete in giro per fare crescere il vostro personaggio dovete badare solo a combattere contro le creature guidate dall'intelligenza artificiale del gioco. Finchè restate in modalità pvp off, nessun personaggio della fazione opposta potrà attaccarvi.

In un server pvp invece potete incontrare in ogni momento giocatori della fazione opposta e combattere contro di loro. Alcuni trovano i server pvp più divertenti e stimolati, altri invece preferiscono la vita tranquilla dei server normal.
Se scegliete un server pvp ricordatevi una cosa: il combattimento tra giocatori in molti casi non ha niente di cavalleresco o di onorevole; vi capiterà di essere uccisi con un colpo solo da un personaggio con 20 livelli in più, o di essere asfaltati da gruppi in netta superiorità numerica, o di trovarvi nell'impossibilità di completare una quest perchè qualcuno si diverte a uccidervi ripetutamente.
Queste cose vanno tenute bene a mente; non ha senso scegliere un server pvp e poi lamentarsi se si viene uccisi troppo spesso! Insomma è bene essere consapevoli della propria scelta...
Infine va ricordato che in tutti e due i tipi di server è possibile il combattimento pvp in aree appositamente dedicate (battleground, arene, certe torri e fortini in alcune zone).

Esistono poi i server così detti rp (role play), sia di tipo normal che di tipo pvp. La loro peculiarità è che dovrebbero essere server dedicati al gioco di ruolo: i giocatori cioè dovrebbero parlare e comportarsi in modo coerente con il personaggio che interpretano. Non spendo troppe parole su questo aspetto del gioco perché, almeno per quello che è stata la mia esperienza, questi server nei fatti non sono molto diversi dagli altri e di role play se ne vede poco. Se però l'idea di giocare di ruolo su wow vi attira molto, potete sempre provare... magari siete fortunati e vi riesce di trovare un buon gruppo con cui farlo.

In ogni server è possibile creare più personaggi, e per ogni account è possibile creare personaggi in server diversi. C'è però una limitazione: non si possono avere personaggi delle due fazioni opposte nello stesso server pvp. Non potete cioè creare un personaggio orda e un personaggio alleanza nello stesso server, se questo è del tipo pvp. Nei server normal invece questa limitazione non c'è.

La lingua (un tasto dolente)

Il gioco, a livello europeo, è stato localizzato (cioè tradotto in tutti i suoi aspetti) in quattro lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo.
Quindi mettetevi il cuore in pace: non esistono server italiani, non esistono cioè server in cui i nomi degli oggetti, delle abilità e le missioni (quest) siano tradotte in italiano.
Per riuscire a giocare bisogna quindi che conosciate almeno le basi di una di queste lingue, oppure che ci sia qualcuno assieme a voi disposto a darvi un aiuto costante.
Non spaventatevi però, basta davvero il minimo delle conoscenze scolastiche della lingua per potervela cavare. Alla peggio potete sempre tenere a portata di mano un dizionario.

Il gioco però non è fatto solo di missioni, oggetti e abilità. Uno degli aspetti più importanti di qualsiasi mmorpg è l'interazione con gli altri giocatori, e qui la lingua può diventare davvero un ostacolo. Va detto che il linguaggio che si parla su wow è molto semplice, fatto soprattutto di abbreviazioni e parole relative alle azioni di gioco. Non ci vuole molto a imparare cosa vuol dire "pull", "loot", "aggro", o cosa significano le sigle brb, omw, WTB, WTS, LFG o LFM. Resta però il fatto che è comunque piacevole potere fare due chiacchiere rilassate mentre si gioca, scambiarsi battute, approfondire conoscenze. Senza contare poi che in molte situazioni di combattimento comunicare è essenziale, e se dovete pensare troppo a cosa scrivere o se non capite al volo cosa vi viene detto, il gioco di gruppo può diventare fonte continua di fraintendimenti e frustrazione.
Insomma se la vostra conoscenza dell'inglese (o di una delle altre lingue ufficiali, a seconda del server che scegliete), è troppo limitata può darsi che vi faccia piacere trovare persone con cui parlare in italiano. Giusto?

Innanzitutto diciamo che incontrare altri italiani in giro per i vari reami (soprattutto in quelli di lingua inglese) non è affatto difficile. Ne potete trovare ovunque, spesso anche organizzati in gilde tutte italiane.
Ci sono però dei server dove la presenza di italiani è particolarmente alta. Per quanto ne so io Crushridge (pvp), Runetotem (normal) e Hakkar (pvp), sono stati scelti come punto di riferimento della comunità italiana dei giocatori. Qui di sicuro di italiani ne trovate molti. Su Crushridge inoltre si è verificata una sorta di vera e propria occupazione: i giocatori parlano in italiano non solo tra di loro ma anche nelle chat pubbliche. Questo server però non ha una buona fama. Non aggiungo altro perché si tratta di un argomento che ha suscitato e suscita tutt'ora molte discussioni e polemiche.
In ogni caso non è detto però che prendere a scatola chiusa uno di questi tre sia una buona idea. Prima di tutto perché sono server "vecchi", creati cioè fin dal primo lancio europeo di wow, e quindi l'ambiente non è dei migliori per chi inizia ora. Poi perchè sono server ad alta popolazione e in alcuni periodi particolari è probabile che ci sia coda per entrare (e cioè che dobbiate attendere prima di poter accedere al gioco).
Un modo per trovare un gruppo di italiani con cui giocare può essere quello di andare a consultare i forum dei maggiori siti che aggregano i giocatori italiani di wow (ne trovate alcuni in fondo al post "siti utili". In questi forum potete trovare un post con un elenco di gilde nei diversi server e i nomi delle persone da contattare per informazioni. (Occhio però che alcune di queste segnalazioni risalgono a molto tempo fa, e quindi non è detto che la gilda esista ancora. Potete provare a prendere contatti con queste gilde, o direttamente attraverso il forum (con messaggi privati) o creandovi un personaggio nei loro server e scambiare quattro chiacchiere (quando siete dentro un server per vedere se un certo personaggio è collegato e contattarlo con un messaggio privato basta digitare /who nomedelpersonaggio).
Se invece parlate un buon inglese (o francese, o tedesco, o spagnolo) e vi piace l'idea di inserirvi in un ambiente internazionale, allora il problema per voi non si pone. Scegliete un server nella lingua che conoscete meglio e via...

Altre informazioni

Per i più raffinati ci sono altre informazioni che può essere importante reperire prima di scegliere il reame di gioco. Per esempio il rapporto numerico tra orda e alleanza (se è troppo squilibrato possono esserci file troppo lunghe per le battleground), oppure la distribuzione delle classi (se scegliete una classe inflazionata c'è il rischio di non trovare posto nei gruppi e nelle gilde). Per questo tipo di informazioni potete guardare il secondo dei link che trovate in fondo a questa pagina.


In ogni caso...

... tenete conto di una cosa: è possibile (a pagamento) trasferire il proprio personaggio da un server a un altro. Quindi non state troppo a preoccuparvi. Se scoprite che il gioco vi piace, che amate alla follia il vostro personaggio, ma la scelta del server è stata poco felice, potete sempre migrare altrove, portandovi dietro personaggio e tutti i vostri averi.
Il trasferimento a pagamento costa 20 euro. Per attivarlo dovete andare su "manage account", e poi seguire le istruzioni. Di solito la procedura è piuttosto veloce (qualche ora). Una volta trasferito un personaggio, poi non potete più trasferirlo nuovamente per 30 giorni. Passati i 30 giorni, pagando altri 20 euro, potete spostarlo ancora.
Fino al lancio della seconda espansione (WotLK) non era possibile trasferire un personaggio da un server normal a un server pvp. Adesso questa limitazione è venuta meno, ed è quindi possibile spostare personaggi da un server normal a uno pvp.


Link esterni (in lingua inglese)

Lo status di tutti i server (dal sito ufficiale di wow-europe)
Informazioni e statistiche sui server di wow

7 commenti:

Samuele Scettri ha detto...

Ciao, volevo solo aggiungere a questo ottimo post solo un paio di informazioni.
Una cosa che non sapevo e che ho scoperto a mie spese è che sui server PvP non si possono avere personaggi di entrambe le fazioni. Io non lo sapevo, il mio promo server era RP-PvP, e una volta scelta l'Alleanza non ho potuto provare l'Orda.
Io la considero una GROSSA limitazione, se pur logica, ma sarebbe bene saperlo subito.

Ti segnalo inoltre anche una buona presenza di italiani sul server Defias Brotherhood (Rp-PvP) lato Alleanza. Per altro è il server dove sono adesso con il mio main.

Myra ha detto...

Hai ragione, mi ero completamente dimenticata di segnalare che nei server pvp non si possono avere personaggi di entrambe le fazioni.
Editerò il post.
Grazie :)

Laylah ha detto...

Ciao Myra, volevo avere qualche informazione sui battleground. Io non ne ho mai fatto uno (e sono al livello 34) e vorrei avere delle dritte sul loro svolgimento e su come mi dovrei comportare. Potresti creare un post incentrato specificatamente sui Battleground?
Grazie per il bel lavoro che fai!!

ps: (ma le quest che hanno tra parentesi la dicitura (pvp) sono sempre BG, no?)

Myra ha detto...

Un post sui battleground era previsto, ma non in tempi brevi.
Comunque visto che non sei il primo che lo chiede ora vedo, se ci riesco lo faccio per il fine settimana. Non prometto niente però :)

Le quest con la dicitura pvp nella maggior parte dei casi si fanno nei battleground, ma non proprio tutte. Ce ne sono alcune che prevedono di occupare torri o fortini (sono quasi tutte nelle outland, e una nelle plagueland). Poi ce n'è almeno un'altra che si fa nelle hinterland, che ha la dicitura pvp perché i mob che devi uccidere per farla ti mettono automaticamente con il pvp on. Non so se ce ne siano altre di questo genere, ma penso di no.

Chica ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
time is money friend! ha detto...

e un ottimo post
comunque anche eonar inizia ad avere un po di gilde in piu italiane

time is money friend! ha detto...

anche eonar inizia ad avere un po di italiani

 

Design By:
SkinCorner